Visualizzazioni totali

06/09/17

VACCINI E RITIRO (2014)

Ritiro cautelativo di lotti dei vaccini Meningitec
In riferimento ai recenti ritiri cautelativi di lotti del vaccino Meningitec della ditta Nuron Biotech BV,  l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), a seguito degli approfondimenti effettuati, rende noto che il provvedimento di ritiro (Comunicazione ritiro Meningitec) è dovuto alla presenza di un particolato color arancio rossastro, identificato come micro residui metallici, in alcune siringhe.
AIFA ha immediatamente effettuato una valutazione sulla documentazione di sicurezza disponibile relativa ai potenziali effetti che sarebbero potuti derivare dall’impiego di queste siringhe, unitamente all’esame delle segnalazioni di sospette reazioni avverse ricevute nell’arco degli ultimi due anni attraverso la rete nazionale di farmacovigilanza. Nel caso specifico, i tre aspetti principali oggetto di valutazione, in considerazione della presenza di particolato, hanno riguardato:
  • la reattività locale nel sito di iniezione;
  • le reazioni avverse legate alla presenza del ferro e/o alla sua tossicità;
  • le gravi reazioni da ipersensibilità (anche eventuali reazioni anafilattiche)...

    CONTINUA: http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/ritiro-cautelativo-di-lotti-dei-vaccini-meningitec
    #2014

Tysabri - Foglio Illustrativo

LEGGETELO BENE


ControindicazioniQuando non dev'essere usato Tysabri?

Prima di iniziare il trattamento con TYSABRI, è importante che discuta con il medico i possibili benefici che potrà avere a seguito del trattamento e i rischi che vi sono associati.
Non usi TYSABRI
  • Se è allergico a natalizumab o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale
  • Se il medico le ha detto che soffre di leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML). La PML è una rara infezione del cervello.
  • Se il medico le ha detto che ha un problema serio a carico del sistema immunitario (per esempio a causa di una malattia come l'HIV, o a causa di qualche medicinale che sta prendendo o che ha preso in passato, ad es. mitoxantrone o ciclofosfamide).
  • Se sta prendendo interferone beta o glatiramer acetato. Questi medicinali curano la SM e non possono essere utilizzati con TYSABRI (vedere Assunzione di altri medicinali, di seguito).
  • Se soffre di cancro attivo (a meno che non si tratti di un tipo di cancro della pelle chiamato carcinoma basocellulare).
  • Se ha meno di 18 anni.

Precauzioni per l'usoCosa serve sapere prima di prendere Tysabri?

Si rivolga al medico prima di usare TYSABRI.
Infezioni
Vi sono stati casi di una rara infezione cerebrale denominata leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML) verificatasi in pazienti che hanno assunto TYSABRI. La PML può provocare grave disabilità o risultare fatale.
  • I sintomi della PML possono essere simili a quelli di una recidiva di SM (cioè debolezza o alterazioni della vista). Pertanto, se ritiene che la SM stia peggiorando oppure se nota qualche sintomo nuovo, è molto importante che si rivolga al medico il più presto possibile.
  • Parli della terapia con il partner o con coloro che l'assistono e li informi del trattamento. Possono verificarsi dei sintomi di cui potrebbe non rendersi conto personalmente, come cambiamenti di umore o del comportamento, vuoti di memoria, difficoltà del linguaggio e di comunicazione, che possono dover essere ulteriormente valutati dal medico per escludere la possibilità di PML.
  • Troverà queste informazioni anche nella Scheda di Allerta per il Paziente che le ha consegnato il medico. È importante che conservi questa Scheda di Allerta e che la mostri al partner o a coloro che l'assistono.
La PML è associata a un aumento incontrollato del virus JC nel cervello, sebbene non siano note le ragioni di questo aumento che si verifica in alcuni dei pazienti trattati con TYSABRI. Il virus JC è un virus comune che infetta molte persone senza però provocare normalmente malattie osservabili.
Prima di iniziare il trattamento con TYSABRI il medico potrà effettuare un esame del sangue per controllare se contiene anticorpi anti virus JC. Questi anticorpi sono un segno che è stato infettato dal virus JC.
Il rischio di sviluppare la PML con TYSABRI è più elevato:
  • se nel sangue sono presenti anticorpi anti virus JC. o Il rischio di PML è più elevato nei pazienti con anticorpi anti virus JC che nei pazienti senza anticorpi anti virus JC. o Se non ha anticorpi anti virus JC, il medico potrà ripetere il test a intervalli regolari per controllare se vi sono stati cambiamenti.
  • se il trattamento si prolunga, specialmente oltre i due anni. Non è noto se dopo un trattamento con TYSABRI superiore a quattro anni la probabilità di sviluppare PML continua ad aumentare, rimane invariata o diminuisce.
  • se in precedenza ha assunto un medicinale chiamato immunosoppressore. Questi medicinali riducono l'attività del sistema immunitario.

    CONTINUA: http://www.my-personaltrainer.it/Foglietti-illustrativi/Tysabri.html

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/Foglietti-illustrativi/Tysabri.html

04/09/17

Circolari e Legge

Le circolari, al contrario della legge, sono solo atti interni e vincolano solo i dipendenti della pubblica amministrazione.

Quanti diritti sono stati #negati con la SCUSA di una circolare! Una circolare che non è stata ancora diramata e che NON consente al pubblico dipendente di sapere come muoversi o una circolare che sembra dire l’esatto opposto di quello che invece stabilisce il testo della legge; una circolare che impone la presentazione di ulteriori documenti e certificati o una circolare che richiede il rispetto di procedure speciali che non trovano conferma da nessun’altra parte. Sembra quasi che la pubblica amministrazione, nel momento in cui adotta una circolare, intenda fare «LEGGE» e regolare le attività dei propri dipendenti in una cornice del tutto indipendente da quella disegnata dal legislatore. 

Continua QUI:

www.laleggepertutti.it/165450_che-valore-ha-una-circolare

Dottor Roberto Petrella #vaccino

# www.facebook.com/roberto.petrella.904

©DOTTOR ROBERTO PETRELLA

Buongiorno,a tutti. Presto FARÒ una DIRETTA STREAMING, con calma.Torno a DIRVI DI NON VACCINARE PIÙ i vostri figli e nipoti. Dopo vi pentirete. La lesione(premaligna) si cura, in 4 modi,senza arrivare al TUMORE. La migliore è La Termocoagulazione. Se lo STATO,invece di dare SOLDI alla CASA FARMACEUTICA,PROPRIETARIA del VACCINO, regalasse a tutte le RAGAZZE e ragazzi, 560 euro(costo del VACCINO 3 dosi)aumenterebbe il  Pil. Irreparabili poi i danni da VACCINO. VACCINANDO,CONTEMPORANEAMENTE,RAGAZZE E RAGAZZI CON I VACCINI OBBLIGATORI ASSIEME  A QUELLO DEL PAPILLOMAVIRUS, AUMENTERANNO I DANNI, POICHÉ AUMENTA IL DOSAGGIO. NON ESISTE ,TALE SPERIMENTAZIONE, IN NESSUNA PARTE DEL MONDO,NEANCHE SU CAVIE. POLITICI NON OCCORRONO SCIENZIATI,PER CAPIRE QUESTO.! OCCORRE SOLO BUON SENSO. INFINE UN APPELLO A TUTTI I COLLEGHI"GINECOLOGI "DI SPIEGARE AL PROFESSORE PREGLIASCO, LE 4 TECNICHE CURATIVE DELLE LESIONI PREMALIGNE.
NON È,CARO PROFESSORE, UNA MIA OPINIONE PERSONALE. IO CURO NON VACCINO.

10/05/17

MABTHERA - Rituximab - 2012


2012
Cosa è necessario sapere #prima di iniziare il trattamento.
Mabthera può essere controindicato in alcune persone. È’ importante che il medico che prescrive il farmaco conosca la tua storia medica completa, ed in particolare è necessario che sappia: 
 se sei allergico al Rituximab, ad altre proteine simili, o ad uno qualsiasi degli eccipienti contenuti nella soluzione
se ha un’infezione attiva grave o ha una una grave riduzione della funzione del sistema Immunitario.
se sei allergico o hai avuto una reazione allergica ad uno qualsiasi degli ingredienti inclusi nel medicinale
se sei allergico o hai avuto intolleranza verso il o preparati che lo contengono
se hai problemi epatici (al fegato)
se sei allergico ad altre sostanze /ingredienti particolari (anche in alimenti e cibi) /sostanze ambientali. Assicurati di raccontare al medico più elementi che puoi
Ci possono essere interazioni con altri farmaci: riferisci la lista completa di ciò che assumi al medico o al farmacista.
Non utilizzare Mabthera nei seguenti casi:
se hai verificato, dalle osservazioni precedenti, di essere allergico ad uno o a più componenti del medicinale;
se sei in stato di gravidanza
se stai allattando
Mabthera può avere interazioni con alcuni medicinali.
Le interazioni, ovvero "interferenze" che possono alterare l'azione terapeutica, possono causare reazioni avverse (ADRs) o comprometterne l'efficacia terapeutica. Informa il medico o il farmacista se stai assumento uno o più tra i seguenti medicinali:
Al momento si hanno dati limitati sulla possibile interazione di farmaci con MabThera.
I pazienti che hanno sviluppato anticorpi anti-proteine murine o anti-chimerici (HAMA/HACA) possono avere reazioni allergiche o di ipersensibilità quando vengono trattati con altri anticorpi monoclonali diagnostici o terapeutici.
Esistono anche altri farmaci che hanno dimostrato interazioni con Rituximab, ma la valutazione dei rischi, rispetto al beneficio che consegue al trattamento terapeutico con Rituximab verrà valutato dal tuo medico. Informa pertanto il medico o il farmacista sulla eventuale lista di farmaci che stai assumendo

Triatec HCT


Ramipril appartiene a un gruppo di farmaci chiamati "ACE inibitori" (Inibitori dell'Enzima di Conversione dell'Angiotensina). Esso agisce:
Diminuendo la produzione, da parte del corpo, di sostanze che possono causare un aumento della pressione sanguigna
Rilassando e allargando i suoi vasi sanguigni
Facilitando il suo cuore nel pompare il sangue in circolo nel corpo
Idroclorotiazide appartiene a un gruppo di farmaci chiamati "diuretici tiazidici" o diuretici orali. Esso agisce aumentando la quantità di acqua (urina) che viene prodotta. Questo abbassa la pressione sanguigna.
Triatec HCT è usato per trattare la pressione alta del sangue (ipertensione). I due principi attivi agiscono insieme per abbassare la pressione sanguigna. Essi vengono usati in associazione quando il trattamento con un componente da solo non funziona.
Controindicazioni
NONprenda Triatec HCT:
Se è allergico (ipersensibile) al ramipril, ad altri medicinali ACE inibitori o uno qualsiasi degli altri eccipienti di Triatec HCT (vedere paragrafo 6).
Se è allergico (ipersensibile) a farmaci simili a Triatec HCT (altri ACE inibitori o medicinali derivati della sulfonamide).Segni di una reazione allergica possono essere eruzioni cutanee, difficoltà ad inghiottire o a respirare, gonfiore alle labbra, alla faccia, alla gola o alla lingua
Se ha mai avuto una reazione allergica grave chiamata "angioedema". I segni includono prurito, eruzione cutanea (orticaria), macchie rosse sulle mani, sui piedi e in gola, gonfiore della gola e della lingua, gonfiore attorno agli occhi e delle labbra, difficoltà nel respirare e ad inghiottire
Se è in dialisi o sta facendo qualche altro tipo di filtrazione del sangue. A seconda del macchinario che viene utilizzato, Triatec HCT può non essere adatto per lei
Se ha gravi problemi di fegato.
Se ha livelli anormali di sali (calcio, potassio, sodio) nel sangue.
Se ha problemi renali dovuti a insufficiente apporto di sangue al rene (stenosi dell'arteria renale).
Durante gli ultimi 6 mesi di gravidanza (vedere paragrafo sotto "Gravidanza e allattamento")
Se sta allattando al seno (vedere paragrafo sotto "Gravidanza e allattamento").
Se sta prendendo un medicinale per la pressione del sangue contenente aliskiren e soffre di diabete.
Se sta prendendo un medicinale per la pressione del sangue contenente aliskiren e soffre di problemi ai reni.
Non prenda Triatec HCT se si verifica una delle condizioni sopra descritte. Se non è sicuro, chieda al medico prima di assumere Triatec HCT.
CONTINUA
http://www.my-personaltrainer.it/Foglietti-illustrativi/Triatec_hct.html

17/03/17

Medici #Coimbra Italia

nome
Paola Pederzoli - Torino
descrizione Farmacia "Piazza Villari" - Via Foligno 69 011.699.48.96 (Anna o Alberto) ******** nome Fabiola Branca - Milano
descrizione CENTRO BARONCINI SRL Via C. Cattaneo 3, SESTO CALENDE (VA) Tel 0331921345 *********** nome Massimo Vincenti - Milano
descrizione C.A.R.E. Medicalspa, Via San Calimero 1, angolo Corso Porta Romana Telefono: 3358335256 segreteria@massimovincenti.it ************ nome Massimo Vincenti - Abano Terme
descrizione Studio medico Dott. Scaiella, Via Configliachi 41 D Telefono: 3358335256 segreteria@massimovincenti.it ************** nome Paola Pederzoli - Modena
descrizione pederzoli.paola@gmail.com ************** Gianni Galli - Bologna
descrizione Indirizzo: Via Samacchini 5, Bologna Cellulare: 3270524089 (Telefonare dalle ore 15 alle ore 16) ************* nome Massimo Vincenti - Rimini
descrizione Studi Medici, Viale Regina Margherita 8 Telefono: 3358335256 segreteria@massimovincenti.it ***********
nome Paolo Giordo - Firenze
descrizione paologiordo1@virgilio.it 348/3742090
nome Paolo Giordo - Grosseto
descrizione paologiordo1@virgilio.it 348/3742090 ************ nome Francesca Michelucci - Pisa
descrizione fmichelucci22@gmail.com ****** nome Vittoria Sanna - Sassari
descrizione vittoriapunto.sanna@gmail.com 3382177910 **********
nome Sabina Bitti - Sassari
descrizione sabinabitti@virgilio.it 3476225683 **********
nome Mirko Tredici - Isernia - Torino
descrizione Centro Riabilitativo Physioglobal, via Kennedy snc, angolo Vico Giardini Telefono: 3394783602 (9:00-12:00 e 14:00-18:00). anche a TORINO VIA GIOVANNI EMANUELE 24 ***************
nome Massimo Vincenti - Napoli
descrizione Napoli: Studi Medici, Via Paolo Emilio Imbriani 8 Telefono: 3358335256 segreteria@massimovincenti.it
Massimo Vincenti - Bari
descrizione Vismed, via Lucera 4 Lat. Via Salandra Telefono: 3358335256 segreteria@massimovincenti.it **************
nome Fabiola Branca - Reggio Calabria
descrizione Tel: 3337638622
nome Fabiola Branca - Catania
descrizione Tel: 3337638622 *********** mappa GOOGLE: www.google.com/maps/d/viewer?mid=1ZqF8sOdkhZVJUQHNNuFSifo3HyA&ll=44.57544363867156%2C9.472483656250006&z=8&authuser=0

L'Inps chiarisce quali sono le patologie che danno diritto all'esenzione da visita fiscale e istruisce i medici su come compilare i certificati anche per i disabili, per evitare errori


I lavoratori interessati dalla circolare sono quelli del settore privato

A seguito dell'emanazione dal parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del Decreto 11 gennaio 2016  sulle visite mediche di controllo dei lavoratori da parte dell'Istituto nazionale della previdenza sociale l'Inps ha diffuso nei giorni scorsi una circolare in cui vengono indicati gli operativi in merito all’applicazione di tale normativa per i lavoratori del settore privato.

Preliminarmente, - si legge all'interno della circolare - appare opportuno evidenziare che i lavoratori interessati, come da espresso riferimento contenuto nel decreto, sono quelli con contratto di lavoro subordinato appartenenti al settore privato rimanendo esclusi, pertanto, i lavoratori iscritti alla gestione separata dell’Inps di cui all’art.2, comma 26, della legge n. 335/95.
Con riferimento, invece, - si legge ancora - all’ambito di applicazione della norma, al fine di orientare correttamente e univocamente i soggetti coinvolti, l’Istituto, con l’approvazione del Ministero della salute e del Ministero del lavoro e delle politiche sociali per gli aspetti di rispettiva competenza, ha elaborato apposite linee guida, fornite in allegato (all.2), contenenti indicazioni sulla casistica di interesse.
Le suddette linee guida sono rivolte ai medici che redigono i certificati di malattia e che, solo in presenza di una delle situazioni patologiche in esse enumerate, dovranno:
  • apporre la valorizzazione dei campi del certificato telematico riferiti a “terapie salvavita” / “invalidità” (decreto ministeriale 18 aprile 2012);
  • nel caso di certificati di malattia redatti in via residuale in modalità cartacea, attestare esplicitamente l’eventuale sussistenza delle fattispecie in argomento ai fini della esclusione del lavoratore dall’obbligo della reperibilità.
All'interno delle suddette linee guida si esplicita che a dare diritto all'esenzione dalla visita fiscale è l'insorgenza, isolata o cronicizzata, di una patologia grave, ovvero che necessità della somministrazione di una cosiddetta "terapia salva vita".
Sulla base di questa considerazione l'Inps stila una lista di riferimento per situazioni patologiche che integrano il diritto all’esonero della fasce di reperibilità:
  • Sindromi vascolari acute con interessamento sistemico;
  • emorragie severe /infarti d’organo;
  • coagulazione intravascolare disseminata e condizioni di shock – stati vegetativi di qualsiasi etiologia;
  • insufficienza renale acuta;
  • insufficienza respiratoria acuta anche su base infettiva (polmoniti e broncopolmoniti severe, ascesso polmonare, sovrainfezioni di bronchiectasie congenite, fibrosi cistica);
  • insufficienza miocardica acuta su base elettrica (gravi aritmie acute);
  • ischemica (infarto acuto), meccanica (defaillance acuta di pompa) e versamenti pericardici;
  • cirrosi epatica nelle fasi di scompenso acuto;
  • gravi infezioni sistemiche fra cui aids conclamato;
  • intossicazioni acute ad interessamento sistemico anche di natura;
  • professionale o infortunistica non Inail (arsenico, cianuro, acquaragia, ammoniaca, insetticidi, farmaci, monossido di carbonio, etc.);
  • Ipertensione Liquorale Endocranica Acuta;
  • malattie dismetaboliche in fase di scompenso acuto;
  • malattie psichiatriche in fase di scompenso acuto e/o in tso;
  • neoplasie maligne, in trattamento chirurgico e neoadiuvante chemioterapico antiblastico e/o sue complicanze;
  • trattamento radioterapico;
  • sindrome maligna da neurolettici;
  • trapianti di organi vitali;
  • altre malattie acute con compromissione sistemica (a tipo pancreatite, mediastinite, encefalite, meningite, ect...) per il solo periodo convalescenziale;
  • quadri sindromici a compromissione severa sistemica secondari a terapie o trattamenti diversi (a tipo trattamento interferonico, trasfusionale).
Il medico potrà inoltre procedere all'esonero dalla visita fiscale se il quadro morboso all’origine dell’esonerando evento di malattia è sotteso o connesso a patologie che devono aver determinato una riduzione della capacità lavorativa nella misura pari o superiore al 67%, anche le caso in cui questa venga maturata sommando una serie di invalidità di percentuale inferiore. In altre parole, lo stato morboso che può consentire l’esonero dalla reperibilità non può essere bagatellare (ndr: di poca importanza) ma deve essere connesso ad una patologia in grado di determinare di per sé una menomazione di cospicuo rilievo funzionale. 
In conclusione di circolare l'Inps precisa che l’Istituto, come più volte precisato anche in sede giurisdizionale, ha, nell’ambito delle prestazioni di competenza, il potere-dovere di accertare fatti e situazioni che comportano il verificarsi o meno del rischio assicurativo, presupposto della prestazione. Pertanto, pur venendo meno, nelle fattispecie oggetto della norma, l’onere della reperibilità alla visita medica di controllo, posto a carico del lavoratore nell’ambito delle fasce orarie stabilite dalla legge, rimane confermata la possibilità per l’Inps di effettuare comunque controlli, sulla correttezza formale e sostanziale della certificazione e sulla congruità prognostica ivi espressa.

PER APPROFONDIRE: www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=/Circolari/Circolare%20numero%2095%20del%2007-06-2016.htm&iIDDalPortale=&iIDLink=-1

 


01/03/17

Staminali e SclerosiMultipla

www.fondazioneserono.org/sclerosi-multipla/ultime-notizie-sclerosi-multipla/nuovo-studio-ha-valutato-lefficacia-trapianto-cellule-staminali-sclerosi-multipla-recidivante-remittente/

07/12/16

Jugular veins

http://www.pubpdf.com/pub/27842009/Venous-compression-syndrome-of-internal-jugular-veins-prevalence-in-patients-with-multiple-sclerosis